Giorgio Poi
Lieto fine
[Testo di "Lieto fine"]

[Strofa 1]
Ti aspetto per andare via come avevo promesso
Anche se ciò di cui ero certo ora pare superfluo
E sembra che io vada avanti senza il mio permesso
Lungo questo viale che il mondo ha lasciato a sé stesso
Ora che pure i fiori di plastica
Sembrano sul punto di appa**ire
Il tuo tono non ammette repliche
E il non dire prevale sul dire

[Ritornello]
Ed è vero fatico a guardare in faccia la realtà
Sai, sto aspettando un momento che forse non arriverà mai
Chissà che succede
Dopo un lieto fine
Quando il pubblico in sala si alza e si appresta ad uscire
E restiamo da soli, senza controfigure
Senza più i riflettori
Senza più le battute da dire

[Strofa 2]
E forse davvero dovrei dare retta al buon senso
Invece mi trovo di nuovo in balia di me stesso
E certe parole conviene tenerle al coperto
E rispondere a questo silenzio con altro silenzio
Ora gli alberi piangono resina
E le nubi rompono le righe
E sembrava tutto così semplice
Ma ora il senso non fa che sfuggire
[Ritornello]
Ed è vero fatico a guardare in faccia la realtà
Sai, sto aspettando un momento che forse non arriverà mai
Chissà che succede
Dopo un lieto fine
Quando il pubblico in sala si alza e si appresta ad uscire
E restiamo da soli, senza controfigure
Senza più i riflettori
Senza più le battute da dire