Motta
Canzone di Natale
[Testo di "Canzone di Natale"]

Eccoli qua, sono già arrivati i parenti affamati
Mi strappano le guance a suon di ganascini
Intanto si divorano le mie tartine
"Sei un uomo ormai, ma come sei sciupato
Non sei neanche pettinato."
Penso, sfido io, da quando mi son fatto
Ho venduto pure il mio motorino nuovo
Sono a secco, 'sto Natale
Dio, fa' che non stia così male

Fa' che nonna mi abbia regalato i contanti
E non il solito paio di guanti
Mamma dice: "Non aspetti neanche il panettone
Dimmi dove te ne vai, coglione!"

Io non lo so se arrivo in fondo o no a questo pranzo
Fra il secondo primo e il primo secondo
Mi alzo e chiamo il tipo, che sennò sprofondo
Si chiama Abdul, il mio Babbo Natale
Con le Nike di renna nuove
Dietro alla stazione, al solito pilone
Tunisi mi aspetta fra un paio d'ore
Un po' di sconto me lo farà
Lui che è il boss del Natale S.P.A

Fa' che nonna mi abbia regalato i contanti
E non il solito paio di guanti
Mamma dice: "Non aspetti neanche il panettone
Dimmi dove te ne vai, coglione!"

Fa' che nonna mi abbia regalato i contanti
E non il solito paio di guanti
Mamma dice: "Non aspetti neanche il panettone
Dimmi dove te ne vai, coglione!"