Slava
Pota Figa Alüra Encület
[Intro: Slava]
Eh, vecchio, te non sai cos'è successo l'altro giorno, encülat
Eravamo in studio coi soci, vecchio
Abbiam fatto un nuovo pezzo, eh
L'ho già fatto sentire a tutti i gnari, vecchio
Han detto tutti che spacca fes, l'è piaciuto a pala, vecchio
(Brescia, Brescia)
Vecio, appena ci becchiamo io e te, encülat
Te lo faccio sentire vecchio
(Brescia, Brescia)
Vecchio, vedrai, encülat, cioè vecchio, ve' vecchio

[Ritornello: Slava]
Sono di Brescia, sono un fottuto polentone
Che mangia il kebab con cipolla a colazione
Che dice "pota, encület" a ripetizione
Ti chiamo "vecio" se non mi ricordo il nome
(Brescia, Brescia) Cresciuti in mezzo a queste strade con i gnari
(Brescia, Brescia) La capitale dei migliori kebabbari

[Strofa 1: Slava]
"Pota, figa, alura, encület" che ne vuoi sapere? (encülat)
La mia gente in due parole dice sei bestemmie (minimo)
Ignoranti, polentoni, fieri di mestiere (a palla)
Quindi, vecchio, torna a baita se non ti sta bene
Giriamo nei peggio locali
Panini a due e cinquanta fatti dai migliori kebabbari
Che sanno ormai come ti chiami
Perché ci pa**i più tempo lì dentro che a casa di mami
Svaccato con i gnari sopra una panchina
Con l'alito pesante già alle 10 di mattina
Bevo un'altra birretta, mi stappo un'altra lattina
Mentre i miei soci spezzano l'ennesima paina
A scuola tranne in geografia tutti quattro
Perché studiavano cartine e nient'altro (encülat)
Fratello, questa Brescia è la giungla di asfalto
Pa**a a trovarci che la droga, troia, sono in saldo
[Ritornello: Slava]
(Brescia, Brescia) Cresciuti in mezzo a queste strade con i gnari
(Brescia, Brescia) La capitale dei migliori kebabbari
(Brescia, Brescia) Ti chiamo "vecio" se non so come ti chiami
(Brescia, Brescia) Qua le bestemmie le trovi sui dizionari

[Strofa 2: Frah Quintale]
Figa, vecio, ieri sono andato allo stadio
Per vedere la part**a del Brescia
Pota però in serie B
Però c'è la figa qui
Vecio, a Brescia fan lo spiedo pure nel KFC
Figa, vecio, al Number mi hanno dato una pastiglia
Figa, vecio, al Number mi hanno dato un checco in ghigna
Pota, vecio, al Number non mi dan neanche la birra
Perché quando bevo poi molesto anche tua figlia

[Interludio: Frah Quintale]
A me comunque, pota, quel gruppo lì rap degli slavi, lè
De Slava lì, come si chiamano
Che vengon qua a parlar tanto di Brescia
Ma alla fine, ca**o, sono ucrainesi, encülat
Non son neanche italiani e vengon qua a giudicare
Enie da Breha!

[Ritornello: Slava]
Sono un fottuto polentone
Che mangia il kebab con cipolla a colazione (da Breha!)
Encület a ripetizione
Ti chiamo "vecio" se non mi ricordo il nome
Da Brescia, Brescia, Brescia
Cresciuti in mezzo a queste strade con i gnari
Brescia, Brescia, Brescia
La capitale dei migliori kebabbari
[Outro: Slava]
Oh, vecchio ce lo andiamo a prendere un pirlo, ah?
Dai, offri te
Vecchio, non fare il tirchio, vecchio
Perché l'altra volta, vecchio, ho pagato tutto io
Vecchio, ca**o stai dicendo? Ma te sei semo, vecchio
Ma vecchio, oh, alura
Oh, vecchio, guarda che
Che cazzo fai il tirchio, encülat
Vecchio, va che mi stai facendo incazzare, fes, vecchio
Vecchio, encület