Aban
Decibel
[Verse 1: Deal Pacino]
Non sarai te, sarà la strada a dire quanto vali
È un porto di mare questo rap terra di mercenari
Quanti manichini si autoproclamano king
Il rispetto è meglio che lo impari, quattro nomi leggendari qui
Stessa fame, dentro gli occhi leggi che
Le persone come noi alle cazzate sono allergiche
Ritmi che non reggi te, uccido a colpi di decibel
Pacino, guarda una bestia da vicino
Rapper, leva lo SnapBack
Quando scendo giù con il Turco, e poi scappa
Da LE c'è Aban, come Game ying ying sopra questi burattini
Uccisi da una sola rima del Fantini
Mo dimmi che l'hip hop è morto e giuro che ti ammazzo io
Con le mie mani maricon, se sono al mic semino il panico
Chiunque ora fa rap, ma impara, sul beat no, non c'è gara
Vuoi fermarmi? Vai, spara, poi ritorno tipo "Ta dan"

[Verse 2: Aban]
Sputo barre che ti mandano all'inferno
Metti il disco sopra al piatto e dopo mandalo al rovescio
Senti le fiamme che ti sfiorano l'orecchio
Quando Cream aziona il tasto programmato per l'innesco
Non c'è più il tuo clan, non ci sono fans
E i fratelli fanno sparring col tuo bodyguard
Come Body Count faccio a pezzi i clown
Poi li spargo in ogni cazzo di quartiere in town
So chi sono i kings, tu non sei James Brown
Non sei Zack la Rocha, non sei MC Shan
Io vi aspetto sopra al palco e non porto la clack
Tu per tu con dieci testimoni per il clash
Antifa, hooligan, rap da bar por mi barrio
Incido le parole con le punte di cristallo
Il marchio del mostro, un taglio sul polso
Per non scordare quanto vale questo posto
[Verse 3: Il Turco]
Ancora in giro dopo i bombardamenti
Pezzi del mio cuore in mille scompartimenti
L'amore a puttane, scompaiono i sentimenti
È l'ennesima caciara, Sakara, combattimenti
Ancora in piedi dopo mille sbattimenti
Qua non capisci se prima non sbatti i denti
Il Turco in sottofondo giù in strada lo senti
È original soundtrack, Angelo Badalamenti
E tutto quello che commenti poi diventa comico
Lo scenario che mi vivo è post-atomico
Qua resto anonimo, ma sulla bocca di chiunque
Riparto da zero e resto uno qualunque
Non farti pippe mentali, io sono come te
Togliendo il rap sono proprio come te, se
Messo alle corde, giro in cerchio senza la broda
Sono una cane della strada che si morde la coda

[Verse 4: E-Green]
Ma quale hip hop, stai incrociando lo sguardo con John Milton
Alle percussioni nell'angolo Delroy Lindo
È un uprock di 'ste corde vocali che se stringo
È fornicare con addosso l'amuleto Didinho
Wa**up my nephew, whatcha doing lil wigga?
Se hai quello che serve bene, tu monta sulla slitta
Approfitta del vento d'odio e dall'alba dimentica tutti e scanna
Non voltarti, alle tue spalle c'è solo una salma
Corri da solo, specie se possiedi il dono
Lascia agli altri il trono, piscia su chi sono e dialoga col suono
Se chiudi gli occhi è solo sui a illuminarti il suolo
Ma se lo imbrogli sarà lui a ucciderti in volo
Niente viveri in saccoccia, solo il minimo addosso
Sfrutta il vantaggio del mattino e nutriti del rimorso
Prima che il Sole baci l'aquila e tu mendichi un sorso
Rammenta che non sei manco a inizio discorso