Kikko
Dio è morto
[Verse]
Jura**ic Park audio, doppia il collaudo
Benvenuto nella bocca del tirannosauro
Puoi entrarmi nella testa se ti garba
Non saresti niente più di una voce più che parla
Non mi fido di Dio da quando Dio è dentro me
Perché se io sono Dio allora Dio non sa chi è
Però senti, non confondere filosofia e pazzia
Perché la prima la fa il mondo, la seconda è solo mia
Asociale dall’87, antigente
Sogno che pa**eggio calmo con due mitragliette
Mezzo vampiro –trattino- dark rapper
Mai rientrato nella bara prima delle 7
Ho sent**o il tuo testo
Ripeto vaffanculi come un mantra finché non acquista più senso
Non scrivo che swaggo, che spacco, che scazzo
Queste cose non mi prendono, mi prendono al cazzo
Nasci con la croce della consapevolezza
Che ti dice sottovoce che era molto meglio senza
“Amen” battezzato con l’inchiostro
Ripeti “Dio è morto” finché non ti entra in testa come il Padre Nostro
Fai conto che sono vivo però al contrario
Pa**o davanti alle vetrine e non compaio
Ne basta uno e poi muoio, fanculo
Basta che mi seppelliate dentro al mio studio